La mia storia in parrocchia

Partire dal perché Nella storia che racconterò nelle prossime settimane ho voluto fissare una cosa che, mentre scrivevo, si è rivelata essere l’eredità di mio padre: Giuseppe. Una persona importante nella mia vita, che mi ha permesso di essere quella che sono oggi. Così ho riscoperto, alle soglie del sesto anno dalla sua morte, cheContinua a leggere “La mia storia in parrocchia”

I “miei” genitori

Non vi inganni il titolo, ma la storia che voglio raccontarvi oggi non parla dei miei genitori – Giuseppe e Caterina – ma di tante altre persone, che genitori lo sono, ma dei “miei” 11 ragazzi di catechismo. Domenica 22 maggio, nella nostra chiesa parrocchiale i ragazzi hanno ricevuto la Prima Comunione. Catechismo, un percorsoContinua a leggere “I “miei” genitori”

L’agendina delle connessioni generose

Oggi rubo una piccola storia di vita al mio amico Andrea Pietrini, per raccontare ancora una volta quanto siano importanti le relazioni, gli amici e una piccola agendina, che ancora oggi Andrea conserva. Grazie per questo bel regalo che parla di lavoro e ripartenza! Tutto cominciò da qui…All’inizio era la mia agenda dei “TO DO”Continua a leggere “L’agendina delle connessioni generose”

Sapere e non sapere

Riprendo una vecchia riflessione di qualche anno fa su questi due concetti. Intersecando due parole nascono quattro pensieri che possono dar vita ad altrettante parole.Sono sicura di aver già letto qualcosa in merito in uno o più libri. Ma oggi ti voglio lasciare i miei pensieri. Sapere di sapere È la condizione bella e positivaContinua a leggere “Sapere e non sapere”

Epilessia, la mia malattia

Il cervello è un organo meraviglioso, forse il più complesso, e governa tutte le attività del nostro “essere”. Lì risiedono le nostre azioni, le nostre abitudini, la nostra memoria, e molto altro. Dicono che un lato del cervello governi le azioni meccaniche e razionali, e l’altra parte si occupi di più della nostra emotività, deiContinua a leggere “Epilessia, la mia malattia”