Don Claudio e Kayrós, un dono dello Spirito

Concludo la trilogia di persone belle che si incontrano nel libro “Ero un bullo” da chi è stato (ed è ancora) una presenza importante, forse il primo adulto credibile che ha toccato nel profondo la coscienza di Daniel, permettendogli di “fidarsi”: don Claudio, cappellano del carcere minorile Beccaria di Milano. Fin da subito, leggendo “laContinua a leggere “Don Claudio e Kayrós, un dono dello Spirito”

La mia storia in parrocchia

Partire dal perché Nella storia che racconterò nelle prossime settimane ho voluto fissare una cosa che, mentre scrivevo, si è rivelata essere l’eredità di mio padre: Giuseppe. Una persona importante nella mia vita, che mi ha permesso di essere quella che sono oggi. Così ho riscoperto, alle soglie del sesto anno dalla sua morte, cheContinua a leggere “La mia storia in parrocchia”

I “miei” genitori

Non vi inganni il titolo, ma la storia che voglio raccontarvi oggi non parla dei miei genitori – Giuseppe e Caterina – ma di tante altre persone, che genitori lo sono, ma dei “miei” 11 ragazzi di catechismo. Domenica 22 maggio, nella nostra chiesa parrocchiale i ragazzi hanno ricevuto la Prima Comunione. Catechismo, un percorsoContinua a leggere “I “miei” genitori”

La Parola: il Vangelo del giorno di Natale

Riflessioni intorno al Vangelo del giorno di Natale tra una piccola credente e un sociologo ateo Di recente Vincenzo Moretti, sociologo ateo che seguo, ha pubblicato un articolo dal titolo “Le parole sono azioni”. A un certo punto scrive:“Il mondo esiste indipendentemente dalle parole, ma senza le parole, senza il linguaggio, sarebbe per noi inaccessibile.”Continua a leggere “La Parola: il Vangelo del giorno di Natale”

Nessuno si senta escluso

ovvero l’art. 52 del Manifesto del Lavoro Ben Fatto Ho ripensato a queste 4 parole, quando ho letto l’articolo pubblicato da Laura Ressa sul suo blog.E ho rivisto me stessa: il mio modo di vivere e collaborare. Quante volte ho pensato, detto, scritto e ripetuto che le mie idee sono “usa o getta”? Sempre. SpessoContinua a leggere “Nessuno si senta escluso”