Antonino Stara: il brigadiere che ha saputo farsi amare

Antonino Stara

Fra le figure belle, positive e che hanno determinato il cambiamento di Daniel Zaccaro nella sua storia raccontata nel libro Ero un bullo c’è sicuramente Antonino Stara, ex brigadiere nel carcere minorile Beccaria dove Daniel è stato recluso prima dei suoi 18 anni.

Stara – dipendente pubblico al servizio interno carcerario – ha saputo far prevalere il buonsenso contro le rigide regole della burocrazia e della tanto paventata “sicurezza”.

Andrea Franzoso, autore del libro, ci racconta che in carcere il brigadiere si è inventato la “MOF” – “Manutenzione Ordinaria Fabbricati”, che consiste nello svolgere lavori di manutenzione della struttura del carcere, affidando i lavori ai carcerati più meritevoli, sotto la sua responsabilità. Un bel risparmio di tempo e di soldi per l’amministrazione, se penso che lavori come questi vengono affidati a imprese dietro espletamento di una gara d’appalto (con tutti gli oneri burocratici connessi).

Questo servizio – oltre ad essere necessario per il carcere – è rieducativo per i detenuti che lavorano per la MOF.
E il brigadiere ha saputo creare qualcosa di unico e bello, perché ci tiene a trasmettere ai ragazzi non solo la conoscenza di come si fa un lavoro manuale, ma vuole insegnare loro il lavoro ben fatto e lo spirito di essere una squadra. 
Così attraverso questo impegno (è Daniel stesso che lo dice) si placa la rabbia, le giornate acquistano senso e a fine giornata si è stanchi ma felici.

Ma qual è il motivo vero di essere felici in carcere?
È ancora una volta il brigadiere a insegnarlo: con il suo esempio e le sue parole.

Purtroppo me lo posso solo immaginare, ma credo che Stara sia una di quelle persone che lo capisci subito che non sono solo lì a vigilare, ma fanno di più.
Piccoli gesti, parole ferme ma dette bene che valorizzano le persone invece di denigrarle.

Oggi il brigadiere Stara, insieme ad Andrea, Daniel, don Claudio e Fiorella, ha un volto. 
Nella puntata di questa notte (11.06.2022) di TV7 è stato inserito un piccolo reportage sulla storia di Daniel.
Un peccato che sia andata in onda a notte fonda.

Ma i suoi occhi li ho messi in copertina, rubando un fotogramma alla trasmissione.
Uno sguardo buono e profondo.

Nel servizio c’è il brigadiere in pensione e c’è Fiorella,
ma la sua è un’altra storia, che presto racconterò.


“Ero un bullo”, di DeAgostini, lo trovate in tutte le migliori librerie.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: