Beatrice, la scuola il lavoro ben fatto

educazione

Scrivo questo post dopo aver letto un piccolo articolo della brava Beatrice Cristalli, una nuova conoscenza che ha incrociato il mio cammino grazie al libro “Ero un bullo” di Andrea Franzoso.

L’articolo è pubblicato sul sito Focus Scuola, lo puoi leggere qui:


Beatrice lavora per e con gli insegnanti, affrontando temi vicini ai ragazzi come il bullismo, ed è molto brava a prestare attenzione alle parole.
In questo articolo offre degli spunti per creare percorsi di lavoro pensati per gli adolescenti a scuola.

Prendo dal suo testo due domande che stanno verso il fondo e provo a darne una lettura adulta, calata nella mia esperienza di vita.

Perché le persone appassionate sono così magnetiche?

Credo che la forza di attrazione di alcune persone risieda proprio nella “passione” per le cose che fanno o in cui credono. Tanto da renderle evidenti nel loro modo di approcciarsi alla vita e agli altri.
Beatrice cita alcune persone del libro che hanno avuto un ruolo importante nella incredibile storia di Daniel. Ne prendo due, associando ad ognuna una citazione, vicina anche al mio ruolo di catechista.

“Predicate sempre il Vangelo, e se fosse necessario anche con le parole!”

Questa frase è di San Francesco d’Assisi, vissuto nel 1200. Ai suoi frati rivolgeva questa frase quando li mandava a predicare.
Io ci vedo don Claudio. Non tanto per il suo essere prete, quanto per il non aver parlato di Dio a Daniel, piuttosto mostrando il messaggio cristiano dell’accoglienza e del non giudicare a priori una persona. Il motto della sua comunità: “Non esistono ragazzi cattivi” meriterebbe una riflessione più profonda a parte.

E poi c’è stata Fiorella, la volontaria del carcere, ex insegnante ed educatrice. Ricorro anche in questo caso a una citazione che sento molto vicina a me, nonostante io non lavori a scuola.

“Educare è più difficile che insegnare; perché per insegnare basta sapere,
mentre per educare bisogna essere”.

In entrambi i casi quello che emerge è il senso forte della testimonianza
Per essere persone autorevoli e credibili dobbiamo dimostrare con il nostro modo di vivere che davvero ci crediamo in una cosa: che sia la fede cristiana piuttosto che la passione per l’insegnamento delle materie scolastiche. Oppure altro.
Non è sempre facile. E quando ci si riesce allora sì che si diventa persone “attraenti”.


In cosa consiste un “lavoro ben fatto”?

Il brigadiere Stara. A lui Andrea attribuisce il concetto di “lavoro ben fatto”. Quando l’ho letto ho sorriso, perché il lavoro ben fatto è parte della mia vita.

Se volessi cavarmela facilmente, potrei rimandarti alla sezione del mio blog che parla del “Lavoro Ben Fatto”, ma preferisco darti la motivazione del perché ho un’intera sezione dedicata e perché mi piace così tanto.

Fare bene le cose per me è una cosa naturale: vuol dire metterci impegno, dedizione e spenderci qualche minuto in più, usando la testa (il nostro sapere), le mani (il nostro saper fare) e il cuore (la passione per ciò che si fa). Perché – in fin dei conti – un lavoro fatto male poi va rifatto… tempo e mezzi sprecati per una cosa da buttare! 

Poi, nel maggio del 2020, ho ascoltato una lunga intervista a un sociologo che di nome fa Vincenzo e di cognome Moretti che ha scritto il libro del Lavoro Ben Fatto, e il suo Manifesto. Quest’uomo ha dato forma e valore a quello che vado facendo da una vita: fare bene le cose è bello, è giusto, ha senso e conviene. 

Ora sì, se ti va, puoi consultare la sezione del Lavoro Ben Fatto del mio blog.


Caro lettore, spero di averti dato qualche spunto di riflessione interessante.
Con Beatrice ci siamo conosciute da poco grazie a questo magnifico strumento che amo definire “Internet delle persone”. Spero presto di tornare a parlare di lei e del suo lavoro ben fatto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: