Le parole del quotidiano – Comunicazione e social network

“Io non posso insegnare niente a nessuno, posso solo farli pensare”.

Confucio

Questa citazione di Confucio credo che ben si addica al lavoro svolto in queste settimane con la mia collega Lorella.

Da una sua idea è nato un mini-corso di due pomeriggi per l’Università della Terza Età sul tema della comunicazione e dei social network.

Voglio condividere con te, che mi stai leggendo, questa esperienza nuova, per lasciare qualche riflessione, ora che il corso è (temporaneamente) sospeso.


Lavorare in team

Sembra una cosa banale e scontata, ma non lo è affatto! Lavorare insieme a questo progetto ci ha permesso innanzitutto di conoscerci un po’ meglio, al di fuori dell’ambiente lavorativo.
Ho scoperto una persona curiosa, con la passione per “trasmettere” un sapere che in qualche modo andava costruito e strutturato.
Così anche io mi sono trovata a dover approfondire un po’ di più la conoscenza degli strumenti che uso ogni giorno, senza sapere poi quale grado di preparazione avremmo trovato fra gli studenti del corso.
Ne è uscito un bel lavoro, che meriterebbe di essere approfondito e ampliato.

L’approfondimento

Per preparare gli incontri abbiamo dovuto cercare, ognuna per le proprie competenze (comunicazione e social media) di scavare – o meglio – “scovare” le fonti da cui trovare le informazioni corrette da comunicare.
Giusto qualche settimana fa sono usciti i dati ufficiali sull’utilizzo degli strumenti digitali, che ho lasciato nella mia presentazione.

Il confronto con una generazione diversa

È stato bello vedere quanto sia diffuso anche fra le persone più avanti d’età l’uso dello smartphone e dei social network.
Qualche refrattario c’è, ma questo succede anche anche fra i più giovani.

Eppure l’aspetto che mi ha colpito di più è la voglia di queste persone di mettersi all’ascolto e imparare cose forse note, o forse nuove e aprirsi al confronto con i mille dubbi e la “paura” degli strumenti digitali, ma anche la voglia di capirne un po’ di più sulle piccole cose che ogni giorno, usando questo o quel Social Network, si possono usare ma non si capisce qual è l’utilità.
Insieme abbiamo scoperto che in Italia ci sono più smartphone che abitanti, che Internet può essere un rischio ma anche un’opportunità.

Un’esperienza per ora interrotta ma non conclusa

La notizia di attualità di questo fine febbraio (le precauzioni regionali che impongono per questa settimana finale di febbraio di cessare ogni attività che comporti il raduno delle persone in luoghi pubblici) ha sospeso il secondo incontro che si sarebbe dovuto tenere questo pomeriggio, 25 febbraio 2019.
Tuttavia riprenderemo più avanti questo mini-corso su “Comunicazione e Social Network” insieme al gruppo di una ventina di persone anagraficamente avanti d’età, ma giovani nello spirito.
Guardiamo all’aspetto positivo: avrò più tempo per raccogliere altre informazioni e tornare con più materiale dagli “studenti” di questo corso, che di sicuro è stato per me un’esperienza impegnativa e di crescita.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: