Appunti di viaggio

Se dovessi riassumere in due parole tutto quello che mi ha portato qui oggi, chi sono, perché sono arrivata a conoscere gli amici di cui tanto ho parlato a lungo in questi ultimi due anni, senz’altro devo citare

Roma e Simona

Le foto, oltre a rappresentarci, portano con sé ricordi, storie, avvenimenti che rimangono nel cuore.

Chi sono io e chi è Simona

Una delle tante cose che faccio, per fede e per passione, è insegnare il catechismo ai ragazzi della mia parrocchia. Lo faccio da tempo indicibile, cercando di trasmettere un pochino di quella fede cristiana che ha il suo centro proprio all’interno di Roma, una grande città che ha nel centro lo Stato più piccolo del mondo: lo stato Vaticano, cuore pulsante della fede cristiana. Lì risiede il Papa e lì sono chiamati da ogni parte del mondo i fedeli per qualche evento particolare.

Fine settembre 2013: pellegrinaggio internazionale dei catechisti. Quale occasione migliore per andare ad ascoltare Papa Francesco proprio su quel tema a me tanto caro che è la catechesi? Serve però un compagno di viaggio. “Li inviò due a due”, dice il Vangelo. Chiedo ai catechisti, e subito mi risponde Simona, molto attiva in parrocchia, catechista pure lei, e insegnante di scuola primaria, nella “scuola senza zaino”.

Ricevuto il materiale per le giornate (un caldo week-end di fine settembre) si parte con il Freccia Rossa e in men che non si dica raggiungiamo Roma. Caldo, tanto caldo.

Simona è stata la mia bussola per andare e tornare all’albergo; abbiamo fatto il nostro pellegrinaggio, trovando anche il tempo di girare un po’ per il centro di Roma e siamo tornate a casa stanche ma cariche di entusiasmo per il nuovo anno di catechismo che si sarebbe aperto il mese successivo.


Estate 2016: la mia iscrizione a Orariosantemesse

Per la collaborazione che do in parrocchia, scopro, davvero per caso, questo portale, che mette a disposizione delle parrocchie uno spazio per aggiornare gli orari delle Messe, pubblicare avvisi e tanto altro… Subito penso: Proviamolo!

Mi iscrivo, ma apparentemente non succede niente. Riscrivo ai contatti che trovo sul portale (sono una gran rompiscatole, ve l’avevo detto?) e comincia uno scambio molto cortese di email; comincio a lavorarci, mi piace il portale e l’idea. Nel frattempo le email con il “volontario” si fanno più frequenti, perchè voglio usare bene il portale, con tutto quello che offre.

Grazie alle mie conoscenze, provo a mettere nel testo degli avvisi qualche tag html. Funziona! Avviso il “volontario”, magari può essere una cosa utile.

Da lì a poco mi arriva una richiesta: il “fondatore” di Orariosantemesse vuole parlarmi al telefono. È un certo Saverio Mancino…
E trovo pure su Youtube un video di presentazione del portale, dove c’è pure il “co-fondatore”, un certo Andrea Pietrini…

Beh, quel che è venuto dopo è solo una bellissima storia che continua ancora oggi!

Ritornando al mio pellegrinaggio e alle informazioni che ho trovato successivamente in rete, in quel 2013, mentre io e Simona eravamo in Piazza San Pietro, da un’altra parte di Roma stava nascendo un progetto a me molto caro, tanto per l’idea quanto per le persone che ci stanno dietro.

Spero presto di poterne raccontare gli sviluppi!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: